BOLIDE 01


Bolide 01 rappresenta e celebra la velocità nel suo massimo compimento.

 

In sé racchiude molteplici elementi, ognuno dei quali completa se stesso nella relazione con l’altro, senza però venire meno alla propria identità. 

 

Il sigillo frontale, Bolide 01, sancisce e suggella l’intera opera.

 

Rappresentazione classica sintetizzata attraverso linee e forme, volumi e smaterializzazioni, ribaltamenti prospettici e illusioni di trasparenze che rendono lo spettatore parte attiva nella stessa scoperta dell’opera.”

Lorenzo Foglia

 


Interamente realizzata da una lastra di argento 1000, attraverso tiratura a martello, sbalzo e cesello dal Maestro Lorenzo Foglia, l’opera nasce sul concept K-Over per accogliere l’iconico formato Jéroboam, caratteristico delle bottiglie di champagne utilizzate nelle premiazioni delle gare di Formula 1.


Il concetto di velocità, con il suo mito e le sue rappresentazioni, costituisce un aspetto precipuo del XX e del XXI secolo: all’inizio del 1905 in pochi si sarebbero aspettati che quello sarebbe stato l’anno rivoluzionario per la storia della fisica, della scienza, delle arti e del pensiero. In 12 mesi, un allora poco conosciuto fisico tedesco, Albert Einstein, pubblicò 5 dei suoi più importanti lavori, i cosiddetti Annus Mirabilis Papers, nei quali postulava una nuova relazione fra spazio e tempo e la nascita del concetto di velocità in chiave moderna. Si assisteva alle due più importanti rivoluzioni del Ventesimo secolo: la formulazione della teoria della relatività e della teoria quantistica.

La velocità, vettore che descrive la rapidità, la direzione ed il verso della traslazione nello spazio di un corpo in funzione del tempo, avrebbe assunto un ruolo fondante per il pensiero e nell’espressione artistica da quel momento in poi: si pensi alla rivoluzionaria opera Les demoiselles d'Avignon di Picasso del 1907 in cui lo spazio gioca con il tempo di osservazione del soggetto o al movimento Futurista, dove lo spettatore non guarda passivamente l'oggetto statico, ma ne è come avvolto, testimone di un'azione rappresentata durante il suo svolgimento. Il mondo si trova a confrontarsi con nuovi miti, dalla nascita delle grandi case automobilistiche alla conquista della terza dimensione e dei cieli, dal boom economico all'accelerazione delle comunicazioni. Il concetto di velocità e il mito ad essa connesso influenzano e trasformano la società, modificandone profondamente i linguaggi e le forme d'espressione, riconducendo ad una nuova visione dello spazio e del tempo: un piegamento virtuale dello spazio-tempo quantico.


Galleria


Lorenzo Foglia Social Account